Ecodriving

Guida Ecologica (Ecodriving) significa seguire uno stile di guida più intelligente e innovativo. La guida ecologica 118121_829527456_bigrappresenta una nuova cultura nello stile di guida che fa il migliore uso delle avanzate tecnologie dei veicoli, migliorando allo stesso tempo la sicurezza sulla strada. Considerata quale una componente importante della mobilità sostenibile, la guida ecologica contribuisce in modo considerevole alla protezione dell’ambiente e alla riduzione dell’inquinamento.

I benefici

Sicurezza

  • Migliorare la sicurezza sulla strada
  • Aumentare l’abilità alla guida

 

Ambientale

  • Riduzione delle emissioni di gas serra (CO2)
  • Diminuzione degli agenti inquinanti nell’aria
  • Riduzione del rumore
Finanziaria

  • Risparmio benzina/denaro (5-15% a lungo termine)
  • Diminuzione dei costi di manutenzione del veicolo
  • Riduzione dei costi legati a incidenti
Sociale

  • Une guida più responsabile
  • Meno stress quando si guida
  • Una guida più comoda per l’autista e i passeggeri

L’ecodriving individua i seguenti comportamenti:

  • Dopo l’avviamento del motore evitare di far scaldare il motore a veicolo fermo. È consigliabile partire subito e lentamente evitando regimi di rotazione elevati
  • Evitare manovre inutili come colpi di acceleratore quando si è fermi al semaforo
  • Spegnere il motore in caso di sosta e fermata
  • Passare il prima possibile alla marci più alta, compatibilmente alla regolarità di funzionamento del motore, senza spingere il motore ad elevati regimi sui rapporti intermedi
  • Mantenere una velocità moderata e uniforme
  • Accelerare e frenare con gradualità
  • Mantenere la pressione di gonfiaggio degli pneumatici entro i valori raccomandati
  • Rimuovere portasci e portapacchi dopo l’uso
  • Limitare l’uso del climatizzatore
  • Utilizzare i dispositivi elettrici quando necessario

Dal diagramma delle curve caratteristiche che descrivono il funzionamento del motore, risulta che il consumo specifico minore si realizza in corrispondenza di un numero di giri di valore inferiore di quello corrispondente alla potenza massima e poco superiore a quello corrispondente alla coppia massima. L’intervallo di numero di giri compreso tra il numero minimo di giri tale che si abbia coppia massima e il numero di giri massimo tale che si abbia potenza massima, è detto elasticità del motore ed indica il campo ottimale di utilizzazione.

03-curve-motore 03-diagramma-ricoprimento