distanza di sicurezza

La distanza di sicurezza è quello spazio che deve essere interposto tra due veicoli marcianti l’uno dietro l’altro affinché in ogni caso sia garantito l’arresto tempestivo del veicolo e si eviti la collisione con i veicoli che precedono.

Si possono distinguere due specie:

Distanza di sicurezza elastica: non è fissa, è un criterio da rispettare al fine di evitare il tamponamento. Salvo eccezioni, questa distanza non è quantitativamente fissata in quanto varia a seconda di diversi fattori quali:

  • Velocità ed efficienza del veicolo, entità del carico
  • Riflessi del conducente
  • Condizioni della strada
  • Condizioni del traffico
  • Condizioni atmosferiche

La distanza di sicurezza deve essere almeno uguale allo spazio percorso durante il tempo di reazione del conducente (stimato di 1 secondo), cioè il tempo che passa tra la prima percezione del pericolo e l’inizio della frenata. Esiste un modo semplice per calcolare la distanza di sicurezza; poiché essa deve essere pari alla distanza percorsa in un secondo, si può approssimare: Distanza = (Velocità / 10) x 3.

12

Distanza di sicurezza fissa. In alcuni casi la distanza di sicurezza minima viene prefissata:

  • In presenza dell’apposito segnaledistanzadisicurezza
  • Quando si segue uno sgombraneve (minimo 20 m)m2_6d
  • Quando è vietato il sorpasso per i mezzi pesanti (minimo 100 m)45-060-938ad2

La disciplina della distanza di sicurezza tende ad evitare non solo l’urto con il veicolo che precede(tamponamento) ma qualunque evento di danno che possa derivare da una distanza troppo ravvicinata.

La distanza di sicurezza deve essere tale che in ogni caso sia garantito l’arresto tempestivo del veicolo e siano evitate collisioni con i veicoli che precedono.

Il codice prevede sanzioni amministrative pecuniarie per le seguenti infrazioni:

  • Non mantenere una distanza di sicurezza tale da evitare collisioni
  • Non tenere 100 m di distanza tra autotreni, ecc… fuori dai centri abitati quando esiste divieto di sorpasso
  • Non rispettare la prescritta distanza di 20mm da veicoli sgombraneve
  • Non arrestarsi, ove necessario, per non intralciare il lavoro dei veicoli sgombraneve

Si prevede la sola sanzione amministrativa qualora non siano derivati incidenti, siano avvenuti incidenti con minime conseguenze per i veicoli e lesioni alle persone di durata inferiore a 40 giorni.

La sanzione amministrativa viene raddoppiata nel caso di danni gravi ai  veicoli tale da determinare una revisione straordinaria. Si ritiene grave quel danno che compromette la sicurezza del veicolo, cioè danni a organi di sterzo, di frenatura, di traino, deformazione di telaio e carrozzeria.

Se vengono provocate lesioni gravi (con almeno 40 giorni di prognosi) a persone, la sanzione amministrativa è ancora più elevata e si aggiunge una sanzione penale per delitti di lesioni colpose. Possono essere disposte la sospensione o la revoca della patente.