Dispositivi di sicurezza

I dispositivi di ritenuta, cioè cinture di sicurezza e dispositivi di ritenuta per bambini, sono fondamentali strumenti di sicurezza passiva, rendendo il veicolo più idoneo a proteggere i passeggeri in caso di incidente. Tali dispositivi possono ridurre del 70% il rischio di lesioni gravi e del 45% il rischio di morte in caso di incidente.

L’obbligo di far uso dei dispositivi di sicurezza passiva è valido per quanto riguarda:

  • casco: i conducenti dei ciclomotori o motoveicoli non dotati di carrozzeria chiusa durante la marcia devono indossare un casco di tipo omologato
  • cinture di sicurezza: i conducenti e i passeggeri degli autoveicoli dotati di cinture devono utilizzarle durante la marcia
  • seggiolini per bambini

Cinture di sicurezza: salvo i casi di esenzione espressamente indicati nel CDS, hanno l’obbligo di utilizzare la cintura di sicurezza il conducente e i passeggeri di tutti i veicoli che ne sono dotati e in particolare:

  • autovetture e quadri cicli leggeri a carrozzeria chiusa, provvisti fin dall’origine di cinture di sicurezza o di idonei punti di attacco
  • autobus provvisti di cinture fin dal momento dell’immatricolazione sia per il conducente che per i passeggeri
  • autocarri dotati di cinture fin dall’immatricolazione

l’obbligo vale esclusivamente durante la marcia del veicolo, non è richiesto durante soste e fermate anche se sulla carreggiata. Vanno sostituite qualora risulti compromesso il loro stato di efficienza.

Cinture di sicurezza per ciclomotori a 3 ruote, tricicli e quadri cicli: i ciclomotori a 3 ruote, tricicli e quadri cicli devono essere predisposti con ancoraggi per le cinture di sicurezza e dotati di cinture di sicurezza. I conducenti e passeggeri di quadri cicli leggeri devono far uso delle cinture di sicurezza.

Cellule di sicurezza per ciclomotori e motocicli: ciclomotori e motocicli a 2 o 3 ruote possono essere dotati di cellula di sicurezza a prova di crash e di sistemi di ritenuta e dispositivi atti a garantire l’utilizzo del veicolo in condizioni di sicurezza. Il veicolo viene realizzato con un guscio di sicurezza che protegge il conducente nella parte anteriore, posteriore e superiore, un sedile munito di schienale e poggiatesta, cinture di sicurezza ancorate al guscio. Il conducente, come specificato nella carta di circolazione, è esentato dall’uso del casco a condizioni che indossi le cinture.

Dispositivi airbag: è un dispositivo installato sui veicoli a motore per integrare la sicurezza fornita dalle cinture di sicurezza e dai sistemi di ritenuta. È costituito da un insieme di componenti che, nel caso di un grave urto del veicolo contro un ostacolo o altri veicoli, determina il gonfiaggio  automatico di una struttura flessibile a forma di sacco il cui scopo è quello di limitare, in virtù della compressione dei gas in essa contenuti, la gravità del contatto del corpo degli occupanti con l’interno dell’abitacolo. Si sgonfia automaticamente dopo la completa attivazione.

Sistemi di ritenuta per bambini: servono a ridurre i rischi di lesione del bambino limitandone lo spostamento del corpo in caso di collisione o improvvisa decelerazione del veicolo. Sono costituiti da un insieme di elementi che comprendono cinghie, elementi morbidi, fibbia di chiusura delle cinghie, parti di sostegno e fissaggio, che servono per trattenere il bambino e ancorare il sistema al veicolo tramite le cinture di sicurezza o sistemi ISOFIX. Devono essere omologati e sono divisi per categoria d’uso e gruppo di massa.

Casco protettivo: il casco protettivo è costituito da un robusto guscio di materiale plastico particolarmente resistente imbottito all’interno con materiale sintetico morbido tenuto saldamente ancorato alla testa del conducente attraverso una cinghietta munita di fibbia di chiusura. Il casco deve essere omologato in conformità ai regolamenti ECE ONU o alle direttive UE. L’omologazione assicura il superamento dei test di resistenza. L’uso del casco è obbligatorio a tutti i conducenti e passeggeri di ciclomotori e motoveicoli; esistono tuttavia delle deroghe, cioè non sussiste l’obbligo del casco per veicoli dotati di cellula di sicurezza a prova di crash e di dispositivi atti a garantire l’uso del mezzo in condizioni di sicurezza, e per veicoli a 3 o 4 ruote dotati di carrozzeria chiusa.