cmr

La CMR è la convenzione relativa al trasporto internazionale di merci su strada firmata a Ginevra il 19.05.1956. è retta dai seguenti principi generali:

  • Il vettore che stipula un contratto di trasporto assume l’obbligo di spostare o di trasferire cose o merci da un luogo a un altro
  • Il trasferimento delle cose o merci dal luogo di carico a quello di scarico, se interessa il territorio di due stati di cui almeno uno aderente al CMR, viene disciplinato in modo uniforme dalla convenzione CMR
  • Il complesso di diritti e doveri che fanno capo ai soggetti del contratto è regolamentato in modo uniforme e queste norme hanno la particolare caratteristica di dover essere osservate anche contro la volontà di coloro che hanno stipulato il contratto. La mancata applicazione delle norme non annulla il contratto: sono le disposizioni contrastanti che vengono annullate e sostituite dalle norme contenute nella convenzione. Nel caso il contratto sia stato concluso oralmente, sono queste norme uniformi che vengono comunque applicate.

La convenzione si applica a tutti i contratti a titolo oneroso stipulati

  • Per il trasporto merci su strada
  • Per messo di veicoli
  • Senza tener conto di domicilio o cittadinanza delle parti contraenti
  • Quando il luogo di ricevimento della merce e il luogo previsto per la consegna, indicati nel contratto, sono situati in due stati diversi di cui almeno uno sia parte contraente della convenzione.

La convenzione regola le conseguenze dell’accordo raggiunto dalle parti e precisamente:

  • Presa in consegna della merce da parte del vettore
  • Esecuzione del trasporto
  • Responsabilità de mittente, del vettore e del destinatario

Non si applica quando il trasporto internazionale di merci è fatto a titolo gratuito o di cortesia (non è un trasporto commerciale), nel caso di trasporti funebri, traslochi o trasporti effettuati sulle basi di convenzioni postali internazionali.

Si applica nel caso di trasporto combinato (se il veicolo e la merce utilizzano altri mezzi di spostamento per esempio a bordo di nave o treno) ma non nel caso di trasporto intermodale (se solo la merce compie un viaggio che comprende sia il trasporto su strada che altre forme di trasporto per esempio su nave o treno).

0102

Per ogni contratto di trasporto internazionale in CMR viene redatta una lettera di vettura, la cui mancanza, irregolarità o smarrimento non influisce sulla validità del contratto. La lettera di vettura non è indispensabile per l’esercizio del contratto ma fa fede della conclusione del contratto e del ricevimento della merce da parte del vettore. Nel caso di irregolarità, questa verrà integrata con le regole uniformi e con le clausole valide di un eventuale contratto esterno alla lettera di vettura irregolare, oltre che dalle clausole d’uso e da altre eventualmente imposte dalla legge applicabile all’accordo contrattuale qualora non contrarie alla CMR. L’irregolarità è data anche da inesattezze o insufficienza delle indicazioni date dal mittente e delle cui conseguenze risponde il mittente stesso nei confronti del vettore.